Cartiera Piccardo di Fontana Liri 1879-1925 - di Marcello Ottaviani

cartiera piccardo copertinaIn questo libro vengono ricordate le vicende della piccola cartiera di Giulio Piccardo costruita negli anni 1879-1885. I Piccardo, originari di Voltri (Genova) , si erano trasferiti ad Anitrella (Monte San Giovanni Campano) negli anni 1836-1838, per dirigere la nascente Cartiera Lucernari. Giuseppe Piccardo diresse la cartiera fino al 1850; suo figlio Giulio fino al 1873. La cartiera Piccardo di Fontana Liri, la cui costruzione iniziò nel 1879, sorgeva a circa 500 metri da Anitrella, sulla strada regionale 82 della Valle del Liri, in località Ravaglie. Era gestita da Giulio Piccardo con i figli Carlo, Martino, Angelo e Stefano. Gli operai impiegati erano circa dieci, la conduzione familiare-paternalistica. La produzione giornaliera di carta paglia si aggirava intorno ai 10/15 quintali. Impiegava una macchina a tamburo, probabilmente brevettata dagli stessi Piccardo. Il 13 gennaio si verificò il tragico terremoto della Marsica in cui ad Anitrella persero la vita Angelo e la moglie Maria Perigli. Anche la Cartiera Piccardo fu danneggiata. Tra crisi, scioperi, chiusure e agitazioni operaie, la cartiera fu attiva fino agli anni '20 del 1900. Nel 1931 parte dei terreni e la forza motrice furono acquistati dalla Societa Laziale di Elettricità. Questa cartiera ha ricoperto un ruolo positivo tra il 1885 e il 1927 nell'ambito socio-economico, sia della Valle del Liri, che del Comune di Fontana Liri. Ciò è stato confermato dal trend della crescita demografica (aumentato) e dal flusso dell'emigrazione (contenuto). Fu la prima cartiera moderna di Fontana Liri.

 

 

 

ruderi della cartiera Piccardo ruderi della cartiera Piccardo cartiera piccardo 3

Uno degli italiani più famosi al mondo, l'interprete che più di ogni altro ha saputo attraversare i generi del cinema mondiale con professionalità e nonchalance. Un uomo che non aveva mai dimenticato le sue origini: Marcello Mastroianni. A lui, al suo cinema, ai suoi lavori teatrali e alla sua storia è dedicato il nostro lavoro e questo sito.